Un pozzo per la tutela di una comunità rurale

Progetto pozzo Eritrea

Un pozzo per la tutela di una comunità rurale

icona Africa e  medio oriente

ERITREA - DEGRA MERETO

Icona acqua e ambiente

ACQUA E AMBIENTE

GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO SONO STATI RAGGIUNTI

La vostra generosità ha di nuovo colpito nel segno. Grazie a voi il pozzo di Degra Mereto oggi è operativo e fornisce acqua potabile ai suoi 1300 abitanti.

GUARDA LA GALLERY

Un villaggio isolato

I chilometri che lo separano da Asmara sono solo 50, che però in Eritrea rappresentano una distanza significativa. Il villaggio di Degra Mereto vive in uno stato di isolamento geografico, economico e culturale, su cui incide profondamente la difficoltà di approvvigionamento idrico. Per la tutela della comunità ruralesi era resa necessaria la costruzione di un nuovo pozzo, perché i 3 pozzi costruiti nel corso degli anni erano diventati inutilizzabili: 2 erano inquinati, il terzo aveva la cisterna di approvvigionamento completamente crepata. Il villaggio si stava spopolando molto velocemente: c’era bisogno di intervenire subito.

 

Si stima che il 60-80% delle malattie sia dovuto alla malnutrizione e a infezioni da fonti idriche malsane.

Degra Mereto - Eritrea

Degra Mereto – Eritrea

Il progetto: prima fase

Il missionario salesiano della regione, con il coinvolgimento di un medico italiano che da anni promuove progetti di sviluppo in Eritrea, ci ha chiesto aiuto per la costruzione di un pozzo. Il dottor D’Amore ha coordinato, con il coinvolgimento di un’équipe di tecnici italiani, la parte progettuale, incontrando anche il capo del Water Department di Asmara per avere i permessi, mentre Padre Petros si è preoccupato di coinvolgere la comunità negli scavi preliminari e i capi villaggio per la gestione delle risorse idriche una volta realizzato il pozzo.

Il progetto: seconda fase

Una volta individuata una falda acquifera si è proceduto alla perforazione, ai test di pompaggio e all’analisi chimico-batteriologica. C’era bisogno di far partire i lavori: completare il pozzo, installare i pannelli fotovoltaici con cui viene alimentato il sistema di pompaggio, posare le condutture negli scavi già effettuati e installare le due fontane nelle due diverse aree del villaggio che sono state scelte come punti di approvvigionamento. Bisognava acquistare i materiali e spedirli a Degra Mereto, per far partire i lavori.

Il budget

Su un calcolo effettuato sulla cifra complessiva avevamo ricavato un dato interessante: l’opera aveva un costo di 50 € al metro. Le cisterne impiegate sono state complessivamente 3 e il prezzo di ciascuna era di 1700 €, mentre un modulo del pannello solare costava 290 €.

Il costo  finale del progetto era di 39.000 €, interamente coperti dalla vostra generosità. Grazie!

 

Codice progetto: 21224

Icona Acqua e ambiente

FONDO ACQUA E AMBIENTE

Quando abbiamo raggiunto la cifra totale del progetto in corso, ci attiviamo per riempire il salvadanaio che ci permette di affrontare ogni urgenza. Grazie per il tuo aiuto!

Il fondo di Missioni Don Bosco dedicato ai progetti idrici e alla tutela dell’ambiente nasce dalla necessità di avere un salvadanaio per le urgenze che i missionari ci sottopongono. Molte volte l’esigenza di realizzare pozzi, di implementare o ristrutturare reti idriche obsolete insieme alla necessità di attivare progetti rilevanti per la salvaguardia della nostra casa comune, diventa di primaria importanza. Ci aiuti a promuovere la vita!

PROGETTI IN CORSO

MISSIONI DON BOSCO VALDOCCO ONLUS
Via Maria Ausiliatrice 32
10152 Torino
Tel: 0113990101
mail: info@missionidonbosco.org

ORARI
Lunedì/Venerdì 08.00-18.00

COD. FISCALE: 97792970010

Privacy Policy